Carnevale: sette curiosità
Febbraio 15 2021

Carnevale: sette curiosità

Maschere, coriandoli, dolci, carri allegorici, simpatici scherzi: il Carnevale è la festa più allegra dell’anno!

Scopriamo insieme qualche curiosità! 

Carnevale: le curiosità 

1 L’usanza della maschera: già durante i saturnali romani gli schiavi potevano comportarsi da uomini liberi, travestendosi con maschere e vestiti. Da qui, l’espressione “Ti conosco, mascherina!” usata per mostrare di non essersi fatti trarre in inganno da qualcuno nonostante le apparenze!

2 Il martedì grasso: si chiama così perché era il giorno per terminare tutte le scorte di cibo prelibato che non potevano essere consumati durante la Quaresima (carnem levare, togliere la carne); il banchetto del martedì grasso precede l’inizio del digiuno tipico della Quaresima.

3 Il Carnevale più antico in Italia: Fano, ci sono citazioni già nel 1347!

4 Durata: il Carnevale di Putignano è uno dei più lunghi al mondo, inizia il 26 dicembre e termina il Martedì Grasso.

5 Carta pesta: nel 1925 il maestro Antonio D’Ariano ricoprì la creta con il gesso, ottenendo uno stampo al negativo del modello originale a cui applicare diversi strati di carta: le sagome ottenute erano identiche all’originale ma molto leggere; ottime per la costruzione di carri allegorici!

6 In Italia: il Carnevale di Viareggio è considerato la più spettacolare delle feste italiane. Nel 1873 alcuni ricchi borghesi si mascherarono e organizzarono una parata di carrozze, come segno di protesta contro le tasse troppo alte. Qualche anno dopo cominciarono ad essere costruiti i carri allegorici.

7 Dolci fritti: si mangiano ovunque dolci fritti perché facili da preparare e da offrire a più persone essendo non troppo costosi. Inoltre, febbraio corrispondeva con il periodo dell’anno in cui c’era una grande quantità di  strutto.

Buon Carnevale!