Una delizia dell’estate
Luglio 24 2018

Una delizia dell’estate

Profumato, succoso, dolce e gustosissimo: insieme all’anguria, il melone è il simbolo dell’estate. Ha il 90% di acqua, è un frutto ricco di vitamine, antiossidanti e sali minerali, povero di calorie, ha un potere saziante, ottimo in estate perché dona freschezza e sollievo dal caldo estivo.

 Il melone viene principalmente mangiato crudo come antipasto e dessert per macedonie, spiedini di frutta, gelati, frullati, ottimo a colazione o a merenda, anche cucinato per composte e confetture.

Tra le varietà, le più note sono:

il melone retato, molto profumato, dalla forma tonda o ovale, è caratterizzato dalla buccia a rete dal colore grigio-marroncino e con righe verdi lunghe;

il melone di Cantalupo dal profumo intenso, a forma ovale, una buccia liscia o rugosa di colore grigio verde e una polpa arancione;

il melone d’inverno è una specie con la buccia gialla e la polpa bianca molto succosa e dolce che si consuma da settembre a dicembre.

In cosmesi, il succo di melone ottenuto con la centrifuga può essere utilizzato sulla pelle esposta al sole per il suo effetto rinfrescante e decongestionante. Possiamo anche usarlo per fare una maschera per la pelle del viso, rendendola morbida e vellutata.

Basta frullare 3 cucchiai di polpa ben matura con un cucchiaino di miele e qualche cucchiaio di latte di mandorla non zuccherato. Lasciate agire sulla pelle per 15 minuti prima di sciacquare.

Per riconoscere se un melone è arrivato a maturazione, provate a bussare leggermente sulla sua superficie con la mano stretta a pugno; se si ottiene un suono sordo, è maturo; se il frutto ha un rimbombo vuoto, ancora non è pronto per essere mangiato.

Inoltre, se risulta profumato, vuol dire che è maturo; così come se il picciolo è tenero e tende a staccarsi.

Riponete il melone ancora chiuso nella parte meno fredda del frigo, mai sotto i 5 gradi; una volta aperto, potete sbucciarlo e conservarlo, riponendolo in un contenitore per alimenti.

Non fatelo mai mancare nel vostro carrello della spesa al centro Itaca.

 

Da Redazione