Il kiwi, il frutto verde di stagione
Novembre 20 2019

Il kiwi, il frutto verde di stagione

Il kiwi è un frutto esotico che deve assolutamente essere inserito nella nostra dieta alimentare.

Rinfrescante, dissetante, diuretico, ottimo per potenziare le difese immunitarie: pronti a scoprire tutte le virtù di questo frutto?


Il kiwi, il frutto verde di stagione: calorie e proprietà


Il kiwi è ricco di vitamina C (in media contiene molta più vitamina C dell’arancia), per cui è un antiossidante naturale potentissimo; aiuta a ridurre lo stress ossidativo a livello cellulare ed è essenziale per garantire il corretto assorbimento del ferro da parte dell’organismo, aiutando a combattere gli stati di anemia. Inoltre, proprio in virtù della vitamina C, riesce a garantire una perfetta assimilazione di nutrienti quali proteine e incrementa la produzione di collagene che permettono la bellezza di pelle e mucose.
Il kiwi è perfetto anche per combattere la cellulite e la cattiva circolazione; possiede anche vitamina E, vitamina K, rame, ferro, vitamina B9 e acido folico; ha un elevato contenuto d’acqua, un indice glicemico molto basso, rispetto ad altre varietà di frutta e si può definire amico della linea.
Essendo ricco di serotonina, il kiwi è perfetto per combattere lo stress e contrastare l’insonnia.
E’ un frutto ricco di fibre, per cui è ottimo per mantenere in buona salute la funzionalità intestinale, controllare il colesterolo e ridurre l’assorbimento di zuccheri nel sangue.


Il kiwi, il frutto verde di stagione: come e quanti mangiarne


E’ preferibile mangiare il kiwi in purezza, evitando cotture o lavorazioni lunghe con lame d’acciaio (potrebbero alterare e ridurre il contenuto di vitamina C che è facile all’ossidazione).
Esistono due varietà di kiwi: il kiwi verde e quello giallo (più dolce): mangiarne 2 al giorno garantisce un ottimo apporto di vitamina C e degli altri nutrienti contenuti.
Scegliete frutti maturi che siano sodi al tatto ma non ammaccati; privi di macchie. Quando li comprate sono spesso poco maturi: stendeteli in un vassoio e dopo qualche giorno matureranno a temperatura ambiente (una volta maturi, potete conservarli in frigo).