Prodigiosa frutta secca
Gennaio 09 2018 Commenta!

Prodigiosa frutta secca

Mandorle, noci e nocciole, pistacchi, fichi, datteri, prugne e uva passa sono i frutti secchi più comuni che solitamente vengono consumati durante la stagione invernale: ottime fonti di nutrimento, dovrebbero essere sempre a portata di mano.

Che sia frutta lipidica, ricca di grassi e povera di zuccheri, in cui rientrano frutti e semi oleosi come arachidi, mandorle, noci, nocciole, ecc o frutta glucidica, povera di grassi e ricca di zuccheri, in cui rientrano i frutti non oleosi come mele, fichi, datteri, prugne, uva passa, ecc, la frutta secca è ricca di proteine, vitamine, sali minerali, antiossidanti, fibre, dato il suo elevato potere calorico e la grande ricchezza in grassi.
L'ideale è consumarla come spuntino di metà mattina o pomeriggio, una sorta di “spezza fame”, lontano dai pasti principali, magari in abbinamento ad uno yogurt o a frutta fresca (ad esempio una mela e qualche mandorla o un kiwi e qualche noce).
Una porzione ragionevole non dovrebbe comunque superare i 20 grammi; generalmente il quantitativo si attesta tra i 15 e i 30 grammi a seconda della tipologia di frutta secca.
Spesso viene considerata ricca di grassi e calorie e dunque nemica del peso forma, in realtà, se ben assunta (ovviamente senza esagerare) è un complemento alla nostra alimentazione quotidiana davvero prezioso!
In commercio, si trova anche già sgusciata in pratiche bustine; dunque non vi resta che comprarla e consumarla durante il vostro shopping al centro Itaca!

 

Da Redazione

Aggiungi commento