MATRIMONIO Rito Religioso: Il Cerimoniale
Settembre 08 2016 Commenta!

MATRIMONIO Rito Religioso: Il Cerimoniale

Se avete scelto di vivere il vostro Matrimonio con un rito religioso, allora dovrete certamente tenere a mente il cerimoniale che accompagna la funzione e da solennità e maggior simbolismo all’ evento.

  Differenti religioni possono avere diversi tipi di cerimoniale. Noi prendiamo in considerazione quello Cristiano Cattolico che, nel nostro territorio è certamente il più diffuso, anche se molte regole hanno carattere generale e valgono per il buon vivere comune .
Gli invitati dovrebbero arrivare per primi ed iniziare ad accomodarsi all’ interno della Chiesa  per attendere l’ arrivo del corte nuziale: sulle fila di sinistra si accomoderanno parenti ed amici della Sposa, mentre a destra, quelli dello Sposo. L’ ordine sarà per importanza o grado di parentela: i parenti più prossimi ai primi banchi, quelli più lontani dietro ed in fondo gli amici.
Ad arrivare successivamente sarà lo Sposo accompagnato da genitori e testimoni. Lo sposo porgerà il braccio sinistro alla madre che lo condurrà fino all’altare lasciandolo vicino alla seduta di destra, seguito dai testimoni che si andranno a posizionare vicino a lui nell’ attesa della Sposa.
Consuetudine vuole che la sposa arrivi con un ritardo di circa 10 minuti ( non oltre!!!) accompagnata dal padre che le porgerà il braccio sinistro e che lo sposo attenda all´entrata del Municipio. Non appena giunta a destinazione il padre l’aiuterà a scendere dalla macchina, e sarà lui a farle il primo baciamano mentre si avvia ad abbandonare il nubilato, sempre porgendole il braccio sinistro.
Se la sposa porta il velo nuziale con calata, può decidere di tenerlo abbassato fino all’ arrivo vicino all’ altare per far si che sia lo Sposo a svelarla, oppure scegliere di farsi svelare il viso dal padre sulla porta della Chiesa prima di iniziare il cammino verso l’ altare così da arrivare a viso scoperto.
Si formerà, quindi, il piccolo corteo della Sposa: la Sposa  alla sinistra del padre, anticipata dai paggetti e seguita dalle damigelle. I testimoni si disporranno rispettivamente alla destra di lui ed alla sinistra di lei. Le Damigelle ed i Paggetti d’ Onore che avranno atteso la Sposa sul Sagrato,   si uniranno al corteo nell’ ordine appena esposto. Se le Damigelle sono bambine esse anticiperanno la Sposa con piccoli bouquet o spargendo petali di fiori al suo passaggio. Se si tratta di damigelle grandi, invece, queste seguiranno la Sposa per aiutarla nelle manovre con il vestito o il velo. La Sposa, quindi, giunta all’ altare verrà “consegnata” dal Padre allo Sposo e si accomoderà sulla seduta di sinistra.
L’ uscita dalla Chiesa dovrebbe essere ordinata e discreta. Si può scegliere se formare un piccolo corteo dietro gli Sposi, oppure, cosa maggiormente consigliata, che parenti ed amici possano uscire alla spicciolata mentre gli Sposi ed i testimoni sono impegnati con le firme con  i genitori che usciranno insieme, questi ultimi ad incrocio, la madre di lui con il padre di lei, la madre di lei con il padre di lui. Le damigelle ed i paggetti  continueranno a precedere gli Sposi, mentre le damigelle più grandi a  seguire gli sposi. Per l’ uscita lo Sposo offrirà il braccio destro alla sposa e si avvieranno insieme all’ uscita. Ad attendere i novelli sposi sul sagrato parenti e amici con riso e talvolta petali di fiori o coriandoli da lanciare in segno di buon augurio.
Piccole regole di bon ton:

  • È necessario attenersi alle regole stabilite della parrocchia.  Se avete qualche desiderio è  opportuno chiarire tutto prima della celebrazione del matrimonio con il parroco.
  • Vale il principio del buon gusto, della sobrietà, della semplicità, del rispetto e della valorizzazione dell’ambiente liturgico.
  • In Chiesa si entra SEMPRE con le spalle coperte. Le Donne in particolare possono utilizzare, stole, sciarpe o altro. Se la sposa ha un abito a decolté può tenere il velo sempre appoggiato sulle spalle, in alternativa si dovrà preventivamente munire di bolero o copri spalle anche leggero
  • Spegnere i cellulari o metterli in modalità silenzioso durante la celebrazione.
  • L’uscita dalla Chiesa deve essere in modo ordinato e discreto.
  • La pioggia di riso non deve essere esagerata e soprattutto non addosso, ma intorno agli Sposi!
  • Per parlare e fare gli auguri agli sposi è meglio spostarsi all’esterno della chiesa.
  • Se il sacerdote è invitato al ricevimento, dovrà sedere in un posto di riguardo.
  • Oltre all’offerta per la Chiesa, è buona educazione dare al parroco una bomboniera

Lisa Tibaldi

Aggiungi commento